Prova corso

Ciao

Categorie:Senza Categoria

Se Contador reduce da un infortunio serio domina la Vuelta

settembre 12, 2014 Lascia un commento

Che duello ci siamo persi con Vincenzo Nibali al Tour de France? Speriamo nell’anno prossimo…

Categorie:Senza Categoria

La nuova inchiesta su Pantani

Dopo anni eccomi a ripostare qualcosa su questo blog lasciato all’oblio come la mia passione per il ciclismo. E lo faccio perché sento il bisogno di scrivere che il dolore per la morte di Marco Pantani non viene assolutamente alleviato dai nuovi elementi che hanno fatto riaprire l’inchiesta. Forse non si è fatto fino a uccidersi, forse è stato ucciso. Qualunque sia la verità non muta il nostro amore per l’ultimo ciclista capace di emozionare con un semplice scatto. Come non cambia però la consapevolezza di una fine tremenda, avvolta dalla cocaina e dalla depressione di un campione incapace di reggere il peso del suo successo e dell’accusa di doping a Madonna di Campiglio. Se qualcuno ha ucciso Marco vogliamo saperlo e lo vogliamo in galera. Ma ciò non modificherà di una virgola quello che Pantani è stato: uno straordinario e disperato campione, non un eroe.

Giro 2012, oggi super Pozzovivo

Ieri avevamo titolato “Che Bravo Tiralongo”. Oggi è toccato al piccolino del gruppo, Domenico Pozzovivo, partire con una rasoiata verso l’altipiano di Lago Laceno. Il bello è che Basso aveva schierato la Liquigas a tirare per non far partire nessuno. Infatti sono partiti in due: Pozzovivo, appunto e lo spagnolo Benat Elorriaga Intxausti (Movistar), il quale peraltro è uomo di classifica della Movistar e ora è secondo nella generale 9″ dietro il canadese Hesjedal che mantiene la maglia rosa nonostante una caduta: bravo, bel guerriero anche lui. Cunego si è staccato già su questa salitella. Le corse a tppe non fanno per lui, niente da fare.

Giro d’Italia, che bravo Tiralongo!

Prima tappa in salita, per modo di dire, al Giro 2012. Sprinta Scarponi a 200m dal traguardo di Rocca di Cambio (L’Aquila) ma viene bruciato da un fantastico Tiralongo che tira invece fuori l’anima per vincere e poi stramazza al suolo dopo il traguardo, esausto. Onore a Michele per lo scatto bruciante. Decoroso Schleck terzo ma mai in gara per la vittoria.
Questo è il ciclismo che ci piace. Basso, Rodriguez e e Kreuziger non pervenuti. Nascosti nella tattica in perfetto stile Tour/Armstrong. Che noia sti corridori…

Parte il Giro d’Italia 2012

Come spesso succede, il miglior articolo sui quotidiani di oggi sul partente Giro 2012 è quello di Cristiano Gatti su Il Giornale.

Impossibile non segnalarlo, quindi eccolo qui

Categorie:Giro 2012

Il piagnucoloso Ulrich e il combattente Contador

febbraio 11, 2012 3 commenti

Avevo deciso di non occuparmi più di questo sport, ma certe cose fanno troppo incazzare e tre righe in croce le voglio consegnare al www. Contador è il campione assoluto. Ma ci crediamo alla bistecca contaminata? Ma dai! Noi poveracci che compriamo il cibo al supermercato chissà cosa mangiamo, ma lui che può mangiare mattina e sera filetto bio allevato in stalle dorate…. Però ci è piaciuto come si è presentato davanti alle telecamere, con l’orgoglio del così fan tutti e comunque il migliore sono io. Il ragazzo ha le palle e si vede.
Tutto il contrario di Ulrich, che le palle non le ha mai avute e lo ha dimostrato nella sua carriera di eterno secondo (e spesso anche terzo), finito a piagnucolare un “mi dispiace tantissimo, sono pentito…” e altre amenità per piacere al bigottone pubblico tedesco. E’ a me che dispiace di aver fatto il tifo per te contro Armstrong. Non avevo capito un cazzo e mi scuso con Lens.